Il Secolo XIX - 28/11/2002
Leggi la pagina originale sul sito de Il Secolo XIX, in formato pdf (per gli utenti registrati), oppure in formato testo.

Ludonet, la comunità gioca on line
Questa sera torneo di Othello per principianti.

Il Secolo XIX, ogni settimana un appuntamento con le recensioni e gli appuntamenti ludici della Liguria, curate da Paolo Fasce Se un tempo le persone si incontravano al circolo di Dama, piuttosto che a quello di Scacchi o di Bridge, oggi i gusti si sono fatti più variegati e spesso è difficile, al di là dei "grandi classici" trovare un numero di appassionati sufficiente a sviluppare attività legate ad uno specifico gioco. Agli amici dell'Othello, del Backgammon o di Wari, viene incontro la rete dove è possibile trovare luoghi di aggregazione che, mettendo insieme molte persone "distanti", riesce a creare una massa critica tale da potersi trasformare in "circolo virtuale". In questo genere di consesso, molto più che nella vita reale, vige il massimo rispetto per i non fumatori, e la cosa è molto apprezzata. Uno dei migliori circoli in rete è sicuramente Ludonet (www.ludonet.com), azienda italiana che ha sviluppato un software in linguaggio Java, che agevola l'incontro di molte comunità ludiche italiane: SurfAce (TM). La prima facilitazione nell'uso di questa piattaforma deriva dalla lingua. Se da una parte siamo ben lieti che i nostri figli smanettino su internet, certi che così ne trarranno un beneficio nell'apprendimento dell'inglese, per molti altri questo vincolo è causa di piccoli incubi quotidiani. Giocare via posta elettronica sul Richard's Play By e-Mail (www.gamerz.com) è roba da ingegneri dei comandi testuali, ma trovarsi di fronte a menu in italiano, essere coccolati ed accolti in un ambiente semplice e confortevole, è senz'altro il sogno di tutti. E' anche lo "scopo" aziendale di Ludonet. Sul sito è possibile sfidare chiunque a numerosi giochi di carte (Scopa, Briscola in quattro, Poker, Tresette, Scopone, Briscola in due), di scacchiera (Backgammon, Reversi, Dama), di strategia (Battaglia navale), di biliardo (stecca 5 birilli e otto e quindici), giochi di società (Visionary) e di casinò (roulette e blackjack). Naturalmente questi ambienti sono tutti gratuiti (almeno per ora). Non mancano le chat, la possibilità di espellere dalla stanza i disturbatori, di configurare tempi e modi delle varie partite in modo tale da chiudere tutto entro, per esempio, la pausa pranzo, ed è anche sviluppato un dialogo collaborativo con diverse federazioni ludico sportive, con le quali si concordano appuntamenti di varia natura. Corsi e seminari, tornei, simultanee di grandi maestri, tutto in linea. Precursori di questa modalità di promuoversi sono la Federazione Italiana Dama (www.fid.it) e la Federazione Nazionale Gioco Othello (www.fngo.it). Quest'ultima organizza proprio questa sera, a partire dalle ore 21.00, un torneo aperto ai principianti e sono annunciati diversi maestri federali con il compito di assistere alle partite e fornire preziosi consigli. Tra questi sono attesi il cinque volte campione regionale della Liguria (il Maestro Giuseppe Menozzi) e il presidente federale Donato Barnaba, fresco partecipante al Campionato del Mondo di Amsterdam (www.worldothellochampionships.com).

Paolo Fasce (paolo@fasce.it)