Il Secolo XIX - 03/04/2003
Leggi la pagina originale sul sito de Il Secolo XIX, in formato pdf (per gli utenti registrati), oppure in formato testo.

Invito a cena con delitto,
ma è un gioco di ruolo

Il Secolo XIX, ogni settimana un appuntamento con le recensioni e gli appuntamenti ludici della Liguria, curate da Paolo Fasce Nel variegato mondo dei giochi, ne esiste un tipo davvero particolare, quello dei giochi di ruolo, che a sua volta si articola in molte nicchie nate per soddisfare il gusto degli appassionati di tutte le fasce d'età. Se è vero che i teen ager preferiscono ambientazioni fantastiche e magari apprezzano l'abbondante uso di dadi, probabilmente persone più mature prediligono un coinvolgimento più recitato, vissuto in prima persona. Su questo approccio, che necessita una certa preparazione, a volte di una vera e propria organizzazione, si sono costruite professionalità di cui è illustre rappresentante Tommaso Percivale che abbiamo avuto occasione di incontrare: "Ho cominciato a pensare al mondo del gioco come ad un settore nel quale avrei potuto esprimere le mie aspirazioni ormai dieci anni fa, quando, in occasione della manifestazione Lucca Comics & Games, ebbi l'occasione di incontrare moltissimi operatori del settore, tutti imprenditori di se stessi ed inventori del proprio lavoro, prima che di giochi. I miei studi universitari nel ramo informatico, mi avevano fatto avvicinare al mondo dell'editoria, collaboravo con delle riviste dove scrivevo di programmazione web e di videogiochi. Ho pubblicato, con la Percy Entertainment, gli iperlibri. Stiamo parlando di una evoluzione dei libro game dove il lettore fa le scelte del protagonista. Parallelamente nacque l'Officina delle idee (www.officinadelleidee.org) e, tramite questa, ho raccolto il testimone di Acqui Comics, una manifestazione che si occupa di fantastico, giochi e fumetti compresi. Da queste esperienze nasce il marchio Giochi d'Ombra (www.giochidombra.it), tramite il quale organizzo serate in giallo, altrimenti dette "invito a cena con delitto". Nulla di violento, naturalmente, si tratta di recitazione e le persone coinvolte partecipano alla soluzione di un enigma coadiuvando gli inquirenti che, nella finzione scenica, non conoscono mai il mestiere... Sono in grado di coinvolgere da una dozzina fino anche a trecento persone. Si tratta di eventi particolarmente appetiti da locali che intendono offrire alla propria clientela qualcosa di sfizioso, in occasioni speciali quali inaugurazioni o una feste aziendali. Le ambientazioni che propongo sono diversificate: dal giallo tradizionale in stile Agata Christie allo spionaggio d'azione di James Bond, dal fantasy del Signore degli Anelli all'horror lovcraftiano, dalla fantascienza di Star Trek allo storico medioevale, molti di questi sono in costume. Spesso chi risolve l'enigma per primo, vince un premio. La squadra che ho organizzato per questo mestiere atipico è molto soddisfatta dal successo, quindi è necessario concordare i nostri servizi con anticipo (329/4379630)."

Paolo Fasce (paolo@fasce.it)