Il Secolo XIX - 03/08/2003

L'evento
Sfida tra i maestri della scacchiera

Il Secolo XIX, ogni settimana un appuntamento con le recensioni e gli appuntamenti ludici della Liguria, curate da Paolo Fasce Oggi pomeriggio, al Novotel di Sampierdarena, si celebra la settima edizione di questo torneo internazionale che valorizza l’Agosto genovese. Ad organizzare l’evento è il Circolo Genova Scacchi (www.genovascacchi.it), presieduto dall’Ing. Ferraro, ma naturalmente sono coinvolti tutti i migliori scacchisti liguri, a partire dai Maestri Fide Raffaele Di Paolo e Flavio Guido, entrambi militano nel circolo Centurini di Genova (www.centurini.it), e molto attesi, per diversi motivi sono il Grande Maestro Michele Godena e il Candidato Maestro Remigio Fossati (quest’ultimo del circolo Santa Sabina; www.genovaweb.org). Nelle ultime edizioni il vertice della classifica è sempre stato appannaggio dei Grandi Maestri stranieri, l’israeliano Artur Kogan l’anno scorso, l’albanese Erald Dervishi l’anno prima, ma il ritorno del ligure Godena fa ben sperare. Se la dovrà vedere con altri Grandi Maestri, tra questi lo svizzero Vadim Milov e lo jugoslavo Stefan Djuric. La comunità genovese auspica anche l’exploit del Maestro Raffaele Di Paolo, capace due anni fa di arrivare in quinta posizione e per il quale l’obbiettivo prestigioso sarebbe di eguagliare o superare quella soglia. Discorso a parte merita Remigio Fossati, la sua categoria (Candidato Maestro) è certamente tale da non permettergli di andare oltre la metà classifica, ma Remigio arriva con almeno tre elementi caratteristici. E’ il vincitore dell’open B della scorsa edizione, ha vinto non più di un mese fa il campionato italiano under 16 e, infine, avrà la possibilità di scontrarsi (noi speriamo anche sulla scacchiera), con un pari grado che viene dagli Emirati Arabi Uniti.
Tra i centoventi preiscritti, figura anche una nutrita colonia proveniente da quel lontano paese. Il gruppo che viene da Dubai è capitanato dall’istruttore croato Srdjan Sale (Maestro Internazionale), mentre indipendentemente da questi si è iscritto anche un gruppo che viene da Abu Dhabi.
Nutrita la colonia dei Maestri internazionali, i più forti, oltre all’istruttore Sale, sono il belga Arthur Abolianin, il bosniaco dell’Erzegovina Muhamed Boric, il milanese Mario Lanzani.
Il torneo, comunque, si divide in due grossi gironi. I Grandi Maestri, Maestri Internazionali, Maestri, Candidati Maestri e le migliori prime nazionali (quelle con un punteggio Elo superiore ai 1800 punti), giocheranno nell’open A, mentre tutti gli altri, e quindi anche i principianti e gli amatori, si sfideranno nell’open B. Si giocheranno 9 turni in otto giorni, le partite cominciano alle ore 17.00, tutti i giorni, salvo il lunedì che vede due turni, quello che si aggiunge si gioca alle ore 10.00. Oggi l’appuntamento è per le 15.00 giacché prima di cominciare è necessario espletare le burocrazie relative all’iscrizione, al riconoscimento, al tesseramento FSI degli eventuali ritardatari e quindi è consigliato presentarsi a quell’ora, onde consentire all’organizzazione di partire all’ora stabilita, come da anni riesce di fare. Seguiremo il torneo sulle pagine de Il Secolo XIX ogni giorno con brevi cronache dalle scacchiere.

Scacchi: 7° open di Genova Ieri pomeriggio al Novotel di Sampierdarena è partito il 7° Open di Genova, torneo internazionale di scacchi organizzato dal Circolo Genova Scacchi. 153 i partecipanti iscritti al primo turno, 78 nell’open A e 75 nell’open B. Questi numeri non sono però definitivi perché è possibile iscriversi anche oggi. Nell’arco del torneo, infatti, ai giocatori sono concesse al più due assenze (che devono naturalmente essere annunciate il giorno prima). Le partite cominciano anche oggi alle ore 17.00, quindi chi si volesse aggregare, dovrà iscriversi presso l’ufficio di segreteria del torneo, entro le ore 16.00. Il primo turno disputato ieri non ha riservato grosse sorprese. Il sistema di accoppiamento svizzero prevede gli scontri dei primi della classifica elo, con i secondi, quindi il primo dell’open A, il Grande Maestro [georgiano/libanese] Vadim Milov, si è scontrato contro Claus Stovring, quarantesimo per ELO FIDE in classifica generale tra i presenti, il secondo Michele Godena contro il 41mo Roberto Forno, e via di seguito. Oltre ai due succitati Grandi Maestri, della categoria abbiamo anche Stefen Djuric mentre tra i maestri internazionali abbiamo il milanese Mario Lanzani, ma anche Srdjan Sale (capo delegazione del gruppo proveniente dagli Emirati Arabi Uniti), Arthur Abolianin e Muhamed Boric.

Paolo Fasce (paolo@fasce.it)