Il Secolo XIX - 30/10/2003
Leggi la pagina originale sul sito de Il Secolo XIX, in formato pdf (per gli utenti registrati), oppure in formato testo.

Simulazione della preistoria

Il Secolo XIX, ogni settimana un appuntamento con le recensioni e gli appuntamenti ludici della Liguria, curate da Paolo Fasce Lo scorso fine settimana si è svolto al Museo di Sant’Agostino un evento particolare, nell’ambito del Festival della Scienza, il cui punto centrale era l’annuncio e la divulgazione di un progetto chiamato Ene.Tro. Si tratta dello studio del processo di neolitizzazione (cioé la transizione dalla preistoria alla protostoria, coincidente con il passaggio dalla fase di caccia e di raccolta a quella della produzione agricola e dell'allevamento del bestiame) mediante modelli di simulazione. Relatori dell’evento sono stati Nicola Bianchi (CNR), Giulio Focardi (Dharma) e Roberto Maggi (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria). Le finalità del progetto sono, da un lato, la proposta dell'introduzione di nuove metodologie nello studio dei processi storici, dall’altro la creazione di una serie di percorsi formativi (a complessità decrescente) che dovrebbero consentire a studenti e scolari di tutte le età, mediante giochi di simulazione, la comprensione delle condizioni che hanno permesso il passaggio in questione, rendendo poi possibile, attraverso il surplus alimentare prodotto, la nascita e lo sviluppo delle civiltà. Questi semplici “giochi di simulazione” dovrebbero risultare non solo un valido ausilio per l'apprendimento e la comprensione di processi storici, ma anche un efficace strumento didattico per l'accesso a questioni più generali e attuali quali la complessità, il pensiero sistemico e le problematiche relative allo sviluppo sostenibile. Il progetto si presenta come un laboratorio virtuale presso il quale pubblico (quindi studenti e insegnanti) e ricercatori possano sperimentare l’evoluzione umana costruendo condizioni, definendo regole e collaborando alla realizzazione di modelli. Un linguaggio comune, pensato in maniera tale da essere orientato ad un percorso interdisciplinare, fungerà da supporto. Ene.tro è orientato anche al mondo della scuola per favorire negli studenti tramite strategie di lateralizzazione, strumenti culturali per affrontare la complessità e consapevolezza sul fronte della sostenibilità. Ene.tro gode del patrocinio di Genova 2004 città europea della cultura e, naturalmente, sarà presente con il frutto del suo lavoro in occasione del prossimo Festival della Scienza 2004. Informazioni: www.festivalscienza.it, www.dharmaconsulting.net/it/_sgt/m3_1.htm.
Campionato Prov.le di Genova di Dama Italiana: sabato 1° Novembre alle ore 14.00 c/o la sede ARLAFE. Viale V. C. Bracelli 146 rosso (Genova).
Gioco libero: Presso la sede dell’ARLAFE, l’Ass. Labyrinth domani organizza una serata dedicata alle presentazioni dei giochi meno noti del circuito del Giocatore Genovese dell’Anno. Tra questi Formula Dé, la simulazione della Formula Uno., ma anche Abalone, Scrabble e Clans, giochi presenti nel Calendario Ludico Genovese nelle prossime settimane.
Tangram: Rivista di cultura ludica edita da Giochi e dintorni (associazione non lucrativa di Sarno SA), curata da Nicla Iacovino, giunge al quinto numero. Per riceverla si versa un contributo libero per le spese di stampa e spedizione a partire da 15 euro intestato sul ccp 27352897.

Paolo Fasce (paolo@fasce.it)