Il Secolo XIX - 13/11/2003
Leggi la pagina originale sul sito de Il Secolo XIX, in formato pdf (per gli utenti registrati), oppure in formato testo.

Genova, week end con il Risiko!

Il Secolo XIX, ogni settimana un appuntamento con le recensioni e gli appuntamenti ludici della Liguria, curate da Paolo Fasce Il prossimo fine settimana del Centro Divertimenti della Fiumara sarà dedicato ad un mega torneo di questo gioco. In verità sono previsti ben tre tornei: il primo è quello a squadre e coinvolge risikisti scelti da diverse associazioni locali di tutto il nord ovest (Lombardia e Toscana comprese). La squadra genovese è stata designata dall’Ass. Labyrinth (www.gilda.it/labyrinth) che ha indicato otto appassionati, tra questi il già campione italiano Leonardo Zucco e i già campioni provinciali Enrico Ferraris, Christian Semec e Massimo Menichini. Il secondo torneo è aperto a tutti e designerà un campione che sarà qualificato alle finali nazionali del Campionato Italiano promosso da OK Giocacon (www.okgiocacon.it). Il terzo torneo è quello junior, riservato a tutti i ragazzi nati a partire dall’anno 1990. Tutti possono partecipare e l’iscrizione è gratuita. Appuntamento sabato pomeriggio alle ore 14.00 (per il torneo a squadre) e alle 14.30 (per i tornei open e junior). Prenotazioni: luca.siani@okgiocacon.it, 335/8170358.
Scacchi: mentre si apre una nuova sfida uomo-macchina che vede protagonista il solito Kasparov, si scopre il motivo per il quale, qualche anno fa, IBM spese una cifra incredibile per preparare questo evento. Il fulcro della questione è la ricerca, ma l’obbiettivo, è stato rivelato, è molto concreto. Ai più sfuggì una frase del capo-progettista: "E' un esercizio intellettuale per capire qual è la natura delle operazioni mentali necessarie a studiare le proteine". La similitudine con il gioco degli scacchi è stata spiegata da Ernesto Hofmann, senior consultant dell'IBM: "Le partite possibili arrivano a una cifra di 10 seguito da 120 zeri. Pensate che il numero delle particelle nell'universo sono appena 10 seguito da 80 zeri...". Cosa è emerso dal gioco degli scacchi? "Primo, bisognava costruire l'algoritmo di calcolo che mostra come una proteina si sviluppa partendo dalle sue forme elementari, gli amminoacidi; secondo, bisognava costruire una macchina con enorme potenza di calcolo ma con microprocessori estremamente semplificati e a bassissimo consumo di energia. Un computer che studia la proteina scomponendo a pezzi e analizzandola, ogni microprocessore un pezzettino, come fosse un film. Con tanti fotogrammi successivi". Qualcuno l’avrà riferito al Ministro Moratti?
Bridge: Dieci giorni fa si sono disputati a Salsomaggiore Terme i tradizionali Campionati Italiani Allievi di Bridge. Le scuole genovesi erano presenti e una di queste ha potuto registrare successi di grande rilievo. Paola Montalbano e Francesco Dimucci hanno guadagnato la medaglia d’argento nel torneo a coppie degli allievi del primo anno, ma sensazionale è il risultato del torneo a squadre dove i due succitati, assieme a Roberto Dagnino e Barbara Rossi, si sono aggiudicati la medesima medaglia nel girone degli allievi del terzo anno. Grande soddisfazione è stata espressa dagli istruttori Claudio Rossi e Renata Aruanno della Scuola Genova Bridge. Infine è da segnalare il fatto che nel Campionato Italiano Assoluto a Squadre con coppie miste, disputato la settimana precedente, la squadra capitanata da Claudio Rossi ha vinto la medaglia di bronzo.
Calendario ludico genovese: Abalone e Clans sono giochi inseriti nel circuito del Giocatore Genovese dell’Anno. Sono previste tre serate di presentazione, la prima era ieri sera, ma le altre due sono alle porte: mercoledì 19 novembre e 10 dicembre, alle ore 21.00 presso ARLAFE, viale V.C. Bracelli 146 rosso.

Paolo Fasce (paolo@fasce.it)